Ci pagano per produrre Bitcoins“ rivela il minatore del Texas BTC

Il piano di Layer1 di rivendere l’energia in eccesso ai texani ha portato a profitti del 700%

L’operatore minerario criptoelettrico del Texas Layer1 Technologies è stato in grado di rivendere il suo alimentatore a 8 volte il prezzo.

Secondo un rapporto Bloomberg del primo settembre, la Layer1 ha registrato quasi il 700% dei profitti derivanti dalla vendita di energia elettrica in eccesso dalle sue ‚Bitcoin Profit Batteries‘ – sistemi di immagazzinamento dell’energia su larga scala utilizzati nelle fattorie di criptaggio dell’azienda in Texas.

Quando la richiesta di energia per il condizionamento dell’aria è più alta in Texas – dove in estate supera regolarmente i 37 gradi Celsius (100 a Fahrenheit) – Layer1 riduce o arresta l’attività di cripto mineraria in base alle necessità per rimettere in rete l’energia non utilizzata durante il giorno. Il calore in eccesso, unito alla scarsa o nulla energia proveniente dai parchi eolici in certi giorni, ha permesso a Layer1 di raccogliere fino al 700% dei profitti, sfruttando i prezzi dell’energia elettrica nella zona che superano i 200 dollari per megawattora.

„Ci pagano per produrre Bitcoins“, ha detto il co-fondatore e CEO di Layer1, Alexander Liegl.

In posizione unica nel Texas occidentale

In posizione unica nel Texas occidentale, dove i parchi eolici forniscono oltre il 15% dell’energia elettrica all’intero stato – la percentuale più alta del paese – i minatori Bitcoin (BTC) come Layer1 hanno un’attività alternativa valida come centrali elettriche.

Fa tutto parte del piano: Liegl ha dichiarato all’inizio di quest’anno che Layer1 si concentrerà sulla vendita di energia elettrica durante i mesi estivi piuttosto che sulle miniere di criptoelettrico. Le piattaforme minerarie non sono raffreddate dall’aria, ma piuttosto sospese in un liquido non conduttivo.

L’incursione di Layer1 nel settore delle miniere di crittografia fa parte del suo piano generale per restituire il 30% della potenza totale dell’hashora della Bitcoin agli Stati Uniti entro il 2022. La Liegl dice che la società installerà presto 50 container vicino a Midland, in grado di produrre 100 megawatt di elettricità e di estrarre 27 BTC al giorno, o più di 320.000 dollari al momento della scrittura.